Servizi e appuntamenti online

Rilascio certificazioni anagrafiche e di Stato civile

Indice articoli

Cos'è
I cittadini residenti in Valsamoggia possono richiedere presso qualsiasi Sportello Polifunzionale del Comune, a prescindere dalla Municipalità di residenza, il rilascio di certificazioni anagrafiche (certificato di residenza, Stato di famiglia, Stato libero, cittadinanza, esistenza in vita) e di Stato civile (certificato e/o estratto di nascita, di matrimonio, di morte).

Cosa puoi autocertificare o ottenere online
Da segnalare che nella grande maggioranza dei casi è comunque sufficiente autocertificazione: i privati (banche, assicurazioni, imprese ecc.. ) hanno infatti l'obbligo preciso di applicare le misure di semplificazione documentale accettando le autocertificazioni (ai sensi dell'art. 30-bis del Decreto Legge n. 76/2020,  convertito con modificazioni nella L. 11 settembre 2020, n. 120, che ha modificato l’art. 2 del DPR 445/2000). Di seguito sono disponibili modelli di autocertificazione: autocertificazione generica | autocertificazione residenza e stato di famiglia
Inoltre, per chi ha credenziali di identità digitale SPID, è attivo un servizio di rilascio certificati anagrafici (residenza, stato di famiglia ecc) e autocertificazioni online
 
Certificati ed estratti di stato civile
Se non basta autocertificazione, perché lo Sportello possa rilasciare il certificato o l’estratto è necessario che l’atto sia registrato presso il Comune di Valsamoggia, quindi, il linea generale, che:
- l’evento sia avvenuto nel Comune (o comunque nei Comuni di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno);
- che l’interessato, nel momento in cui è avvenuto l’evento, fosse residente nel Comune (o comunque nei Comuni di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno)
- nel caso delle certificazioni relative alla nascita, nel momento in cui è avvenuto l’evento, la madre fosse residente nel comune (o comunque nei comuni di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno)
- nel caso di evento avvenuto all’estero, l’atto sia stato trascritto nei registri del Comune di Valsamoggia (o comunque nei registri dei comuni di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno).
E' possibile richiedere anche certificazioni storiche, in questo caso è necessario l’accertamento della condizione che la scheda anagrafica sia già stata informatizzata; si consiglia eventualmente di contattare telefonicamente l’ufficio al fine di verificare tale condizione. Il rilascio avviene entro 30gg dalla presentazione della richiesta.
 
Modulistica

Modello richiesta certificato residenza/stato di famiglia di terzi (formato odt - formato doc);
Richiesta certificato storico (formato odt - formato doc)
autocertificazione generica | autocertificazione residenza e stato di famiglia/cittadinanza/stato civile

 
A chi rivolgersi
Sportelli Polifunzionali a prescindere dalla Municipalità di residenza.
 
Costo
Certificati anagrafici:
- Imposta di bollo pari a Euro 16,00 (salvo rientri in una delle ipotesi di esenzione previste dalle disposizioni vigenti) da presentare al momento della richiesta;

- Diritti di segreteria (se in bollo Euro 0,52, se esente Euro 0,26).

Ricerche storiche:

- € 5,16 per ogni nominativo;

- Diritti di segreteria (se in bollo Euro 0,52, se esente Euro 0,26)

Certificati di Stato civile:

- esenti da imposta di bollo e diritti di segreteria

Note

I certificati anagrafici sono soggetti all’imposta di bollo. Sono previste esenzioni da questa imposta in relazione all’uso cui è destinato il certificato.
Chi rilascia il certificato in carta libera deve indicare in base a quale articolo di legge è stata applicata l’esenzione. Quindi è corretto il comportamento degli operatori di sportello che richiedono l’uso cui è destinato l’atto e applicano l’esenzione solo se prevista dalla normativa in vigore.
Sono previste sanzioni in caso di mancato assolvimento dell’imposta di bollo. Le sanzioni vengono applicate a chi rilascia l’atto, a chi lo riceve e a chi lo utilizza.
Chi non corrisponde, in tutto o in parte, l'imposta di bollo dovuta è soggetto, oltre al pagamento del tributo, ad una sanzione amministrativa dal cento al cinquecento per cento dell'imposta o della maggiore imposta.

 

N.B.: In seguito all’entrata in vigore della legge n. 183 del 12/11/2011, le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione (vedi sezione Modulistica).

Sulle certificazioni da produrre ai soggetti privati è apposta, a pena di nullità, la dicitura: “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”.

Ne consegue che gli unici certificati che continuano ad essere rilasciati in esenzioni dall’imposta di bollo sono generalmente quelli per:

- Uso elettorale (art. 1 tabella allegata B al D.P.R. 642/1972);
- Uso atti, documenti e provvedimenti in materia penale (art. 3 tabella allegata B al D.P.R. 642/1972);
- Uso attività sportive (art. 8 bis tabella allegata B al D.P.R. 642/1972);
- Uso tutela minori ed interdetti (art. 13 tabella allegata B al D.P.R. 642/1972);
- Uso adozione ed affido minore (art. 13 tabella allegata B al D.P.R. 642/1972);
- Uso organismi di utilità sociale (ONLUS) (art. 27 bis tabella allegata B al D.P.R. 642/1972);
- Uso cause scioglimento di matrimonio o separazione coniugale (art. 19 Legge 74/1987);

Per saperne di più clicca su Avanti


 
Validità temporale dei certificati
I certificati rilasciati dalle pubbliche amministrazioni attestanti stati, qualità personali e fatti non soggetti a modificazioni hanno validità illimitata. Le restanti certificazioni hanno validità di sei mesi dalla data di rilascio se disposizioni di legge o regolamentari non prevedono una validità superiore.
Le dichiarazioni sostitutive prodotte in luogo dei certificati hanno la stessa validità.

 

Richiesta certificazioni a mezzo posta
È possibile richiedere i certificati anagrafici anche tramite posta tradizionale. In questo caso è necessario inviare richiesta scritta allegando:
- una busta compilata con l'indirizzo del destinatario e affrancata per il ritorno;
- una marca da € 16,00 se dovuta;
- diritti di segreteria in contanti (se certificato in bollo Euro 0,52, se esente Euro 0,26).

Il certificato di stato libero per i cittadini stranieri deve essere rilasciato dal competente Consolato.

Alcuni enti pensionistici stranieri accertano periodicamente l’esistenza in vita di loro iscritti residenti in Italia inviando direttamente al domicilio dell’interessato la modulistica da compilare e sottoscrivere a cura del funzionario delegato dal Sindaco.

 

Legislazione di riferimento e approfondimenti

Comune di Valsamoggia © 2021