La cultura della legalità e della responsabilità con i giovani: educazione tra pari

“La cultura della legalità e della responsabilità con i giovani: educazione tra pari” – è un progetto realizzato grazie all’accordo di programma sottoscritto tra il Comune di Valsamoggia e la Regione Emilia-Romagna, che ha concesso un contributo di € 8.000,00 nell'ambito dei finanziamenti ex L.R. 18/2016  “Testo Unico per la promozione della legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabili”  

Oltre a collegarsi strettamente al festival regionale AUT/AUT, il progetto si inserisce all’interno di altre azioni condotte all’interno dei Centri Giovanili, in stretta collaborazione anche con le Equipe di Educativa di strada.

Di seguito i filoni principali e le attività messe in campo

Laboratori sulla Legalità

Nell’ambito del progetto sono stati attivati – usando la metodologia dell’”educazione tra pari” per coinvolgere e responsabilizzare i ragazzi - laboratori nelle scuole secondarie del Comune di Valsamoggia. Con l'aiuto di operatori del CDI (Centro di Documentazione per l’Integrazione) e di operatori esterni, il fenomeno mafioso è stato affrontato dal punto di vista storico, geografico ed economico approfondendo gli aspetti di maggior interesse per gli adolescenti e i giovani.
Nel percorso si studiano le storie di quelle persone che si sono opposte alle mafie e si dà spazio all’incontro con testimoni di realtà positive come le cooperative che coltivano territori confiscati alla mafia, esempi di lotta per far prevalere la logica della legalità con specifico riferimento alla Costituzione italiana. Le attività si sono sviluppate lungo l'intero anno 2017 e quelle realizzate nelle classi nei primi mesi del 2017, in particolare, sono confluite nell’organizzazione della giornata del 21 marzo nelle varie scuole del territorio.

Laboratori teatrali per ragazzi

“Il teatro vs le mafie” è un progetto di Aut Aut con il Teatro delle Temperie rivolto a ragazzi di età compresa tra gli 14 e i 25 anni. L’attività si è sviluppata tra brain-storming e successiva pratica teatrale in cui i ragazzi, ripercorrendo e “superando” le riflessioni già maturate, sono stati guidati nel far emergere le proprie idee e la propria creatività.
Con le tecniche dell’improvvisazione teatrale si è lavorato per cercare di rappresentare scenicamente personaggi e situazioni fino ad arrivare alla stesura di un canovaccio che costituisse l’ossatura dello spettacolo finale. Sono stati coinvolti 16 ragazzi che, oltre alla preparazione ed al workshop, si sono esibiti il 28 maggio alle ore 17 al Teatro Cantelli di Vignola in uno spettacolo teatrale liberamente ispirato al testo di Bertolt Brecht “L’opera da tre soldi”.

Incontri e iniziative aperti a tutti i cittadini

Nel corso del 2017 si sono tenuti incontri con esperti e testimonianze in particolare su:
- approfondimento della conoscenza delle mafie presenti in Emilia Romagna,
- conoscenza della figura di Peppino Impastato (figura centrale attorno alla quale è nato e si è sviluppato i progetto Aut/aut),
- intreccio tra mafia ed immigrazione.

Gli incontri, originariamente previsti solo per le scolaresche, sono stati invece aperti al pubblico, anche in luoghi informali (centri giovanili, parchi, luoghi della ristorazione, bar).
In particolare:
- incontro con Marco Omizzolo dal titolo “Mafie e Agromafie”. In collaborazione con ass. Solidarietà Impegno (febbraio)
- incontro con Gaetano Alessi, Sara Donatelli, Rebecca Righi, con le musiche di Luca Taddia e Luca Caselli dal titolo "Mafie sotto casa. La criminalità sull’uscio in Emilia Romagna”. In collaborazione col Circolo giovanile Gramsci di Spilamberto (maggio)
- Reading con Carmelo Pecora dal titolo "L’urlo di maggio. 9 maggio 1978: il giorno in cui assassinarono Aldo Moro e Peppino Impastato”, in collaborazione con l’associazione “Solidarietà Impegno” (maggio)
- Incontro con Domenico Perrotta di Funky Tomato, Celeste Logiacco e Jacob Kwabena Atta della FLAI CGIL della Piana di Gioia Tauro, Annalista Autiero del coordinamento Libera Bologna dal titolo Il prezzo della dignità. Le mani delle mafie sul lavoro migrante nelle campagne italiana”, in collaborazione con SPI CGIL Valsamoggia e Libera (maggio)
- “Cena etica” con i prodotti di Funky Tomato presso l’Enoteca La Zaira a Bazzano a 18 maggio 2017, aperta a tutti
- Reading con Leonardo Palmisano e la chitarra di Giuseppe De Trizio dal titolo "Mafia caporale” tratto dall’omonimo libro, in collaborazione con l’associazione Solidarietà Impegno (luglio)
- Incontro con Laura Corsini, autrice, e l’avvocato Fabio Bazzani dal titolo "Il sentiero delle tarantole”, presentazione dell’omonimo libro, in collaborazione con la Consulta Giovani Valsamoggia (ottobre)
Incontro con Antonella Micele e Libera Bologna dal titolo "Black Monkey” in collaborazione con Consulta Giovani Valsamoggia, SPI CGIL Valsamoggia, Libera Bologna (novembre)

 

Comune di Valsamoggia © 2021