Comunicazioni

Dal 1 marzo nuova fase del piano per la qualità dell'aria

Al via dal 1 marzo una nuova fase del Piano Aria, con misure per contrastare l'inquinamento e risorse per la mobilità sostenibile: si estendono a tutti i comuni di pianura alcune misure per contrastare gli sforamenti registrati su tutto il territorio e per ottemperare alla condanna della Corte di Giustizia Europea riguardo alla qualità dell'aria nel bacino padano.
La Regione Emilia-Romagna, a partire dalla primavera, metterà a disposizione circa 36 milioni e 900 mila euro, su quattro assi di interventi: 10 milioni per l'agricoltura; 7 milioni per il riscaldamento, per incentivi alla sostituzione di sistemi obsoleti di riscaldamento a biomassa nelle case; 3 milioni per forestazione urbana e 16,9 milioni per la mobilità sostenibile, tra cui il potenziamento del "bike to work".
In particolare da lunedì non potranno circolare i veicoli privati euro 0 ed euro 1 nei centri abitati, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30. Sono esentati dai limiti: i possessori di un solo veicolo per nucleo familiare, con Isee inferiore a 19mila euro, muniti di autocertificazione; veicoli con almeno tre persone a bordo (carpooling); veicoli per alcuni usi particolari, come i mezzi di soccorso ecc. Per Valsamoggia i territori coinvolti sono quelli di Bazzano, Crespellano e Monteveglio.
Scarica l'ordinanza
Alla pagina dedicata i dettagli sull'uso delle biomasse nel nostro territorio > Qualità dell'aria
Nella gallery su telegram, dalla Regione, il dettaglio delle misure strutturali e di quelle emergenziali (che scattano in base ai bollettini di Liberiamo l'aria).
> Per approfondire: www.liberiamolaria.it 
> La notizia sul sito della Regione > https://bit.ly/3u4ilPy
Comune di Valsamoggia © 2021