Comunicazioni

Emergenza Ucraina, accoglienza e donazioni

Contributo di sostentamento

E' online la piattaforma del Dipartimento della Protezione Civile https://contributo-emergenzaucraina.protezionecivile.gov.it/#/ che permette a chi ha trovato una sistemazione autonoma, anche presso parenti, amici o famiglie ospitanti, di chiedere il "contributo di sostentamento" (per un massimo di tre mesi dalla data riportata sulla ricevuta di presentazione della domanda di permesso di soggiorno). Al link anche una guida per verificare se ci sono le condizioni per chiedere il contributo: la piattaforma è in italiano, inglese e ucraino

 

Prontuario multilingue

Info sull’accoglienza e assistenza nella nostra Regione, in italiano, ucraino e russo > www.sister-hub.it/emergenza-profughi-ucraina/

 

Donazioni 

La Regione Emilia-Romagna ha messo a disposizione IBAN della PROTEZIONE CIVILE (IT69G0200802435000104428964, conto corrente intestato all’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia-Romagna, causale: EMERGENZA UCRAINA) per chi volesse donare a beneficio delle organizzazioni internazionali che stanno operando in loco. Inoltre Anci e i Comuni aderiscono alla campagna nazionale di Unicef, Unhcr, Croce Rossa: è possibile fare una donazione mandando un sms al numero 45525.

Raccolte di beni: la situazione estremamente difficile rende molto complesso far arrivare in Ucraina aiuti generici, e le organizzazioni internazionali si stanno occupando di gestire i canali di supporto. Non è richiesta in questa fase la raccolta di farmaci: gli Stati Europei con i loro sistemi sanitari si sono fatti carico direttamente di garantire le forniture richieste. Chi aderisce autonomamente a raccolte si accerti che l'organizzazione coinvolta possa interfacciarsi con le autorità competenti.
Per quanto riguarda raccolte di beni per le persone in arrivo, in queste prime settimane ne sono state avviate molte. L’emergenza durerà nel tempo e che stanno arrivando moltissime persone che, nei prossimi giorni e settimane, avranno bisogno del nostro aiuto: l’invito è quindi di tenere da parte, se possibile, ciò che ciascuno desidera donare perché solo dopo una ricognizione tra le persone che sono e saranno ospitate sul territorio, saremo in grado di verificare le reali necessità locali. E' consigliabile quindi raccogliere beni in modo mirato per nuclei già arrivati sul territorio di cui siete venuti a conoscenza (nuclei che invitiamo a registrarsi se non lo hanno già fatto).

Infine, il Fondo sociale di comunità “Dare per Fare” metropolitano promuove una raccolta straordinaria di beni e risorse destinate alle persone in fuga dall'Ucraina e già ospitate nel bologneseLe donazioni raccolte saranno indirizzate ai Comuni per sostenere le necessità delle persone ucraine attualmente ospitate in forma volontaria da famiglie e amici che vivono nel territorio metropolitano oppure accolte negli alloggi messi a disposizione dalle Amministrazioni. Sono due le modalità di donazione possibili:
Donazioni in denaro da parte di aziende, organizzazioni e cittadini con bonifico bancario a  questo numero di IBAN IT35 U030 6902 4771 0000 0300 274 Intestato a Città metropolitana di Bologna con la causale Emergenza Ucraina
Donazioni di beni da parte di aziende e organizzazioni, da concordare scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Arrivi e registrazione

Le persone in arrivo compilano il modulo di registrazione presso le stazioni dei Carabinieri. L’ufficio immigrazione della Questura contatterà per il rilascio del permesso di soggiorno (di durata annuale, prorogabile di un altro anno) tutte le persone che si sono registrate

Trasporti: i cittadini provenienti dall'Ucraina possono viaggiare gratuitamente sul nostro territorio entro 5 giorni dall'ingresso in Italia sulla rete ferroviaria e autostradale - Ordinanza 
In Emilia-Romagna l'agevolazione è estesa al trasporto pubblico locale, sempre per arrivare alla propria destinazione di accoglienza definitiva, semplicemente esibendo il visto di accesso all'Italia rilasciato nel limite dei 5 giorni precedenti. 
Per chi arriva in Italia con un'auto privata e non ha un’assicurazione valida per la circolazione sul territorio dell’Unione Europea (Carta Verde o altro),  l’UCI, ufficio centrale italiano abilitato ad emettere polizze “di frontiera”, mette a disposizione una polizza di 30 giorni a titolo gratuito: la si può chiedere inviando a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. la copia fronte/retro del libretto dell’auto, la terza pagina del passaporto del proprietario e, se il veicolo è intestato a qualcun altro, questo modulo
Inoltre agli studenti è garantito il percorso casa-scuola gratuito: è possibile presentarsi alle biglietterie TPER  con: il modulo allegato - permesso di soggiorno o registrazione entrata in Emilia-Romagna successiva al 24 febbraio - fototessera e documento di riconoscimento - per i minorenni, documento di riconoscimento del genitore/tutore. Info www.tper.it 

Accoglienza e supporto

PER CHI STA GIÀ OSPITANDO O SI APPRESTA A OSPITARE PERSONE UCRAINE | Chi sta già ospitando o si appresta a ospitare delle persone deve scaricare questo modulo (il modulo è standard, non sono necessari i documenti indicati ma solo un documento di identità, se disponibile) e inviarlo direttamente alla questura (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) o al Comune (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) che sta monitorando le informazioni. 

ANIMALI DOMESTICI | Se i profughi ucraini hanno con sé animali da compagnia bisogna segnalarlo al servizio veterinario (per Bologna 051 4966301 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) per l'identificazione con microchip e profilassi antirabbica: vedi il volantino bilingue

DISPONIBILITÀ ALL’ACCOGLIENZA 
- E' in corso l'attivazione di CAS (Centri di Accoglienza Straordinaria), tramite il bando della Prefettura. La caratteristica di questi alloggi è che il gestore fornisce il supporto ai rifugiati. Il gestore locale sarà il CEFAL Emilia-Romagna, che oltre da 10 anni gestisce l'accoglienza di richiedenti asilo a Ravenna e a Piacenza.
E' fondamentale il supporto da parte della comunità. Servono ulteriori spazi per allestire altri CAS. Potete segnalare via mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) le disponibilità di appartamenti e case vuote, che siano disponibili per un orizzonte temporale di almeno 6 mesi; per accelerare la valutazione, chiediamo di specificare ogni informazione utile (prossimità al trasporto pubblico, eventuali arredi, stato delle utenze...). Tutti gli immobili saranno oggetto di contratto di affitto con il gestore, relative assicurazioni e volture/pagamenti utenze. Una volta inserite, le persone saranno seguite da personale dedicato.
- Inoltre stiamo raccogliendo e monitorando le disponibilità di camere per accogliere persone in famiglia, una possibilità che però sarà attivata tramite un percorso (progetto Vesta, gestito da ASP Bologna) già strutturato sul nostro territorio per l'accoglienza di giovani rifugiati e di minori stranieri non accompagnati, che in questa emergenza è diventato il riferimento anche per l'ospitalità di adulti. Su questa pagina sono disponibili informazioni e un form per segnalare la propria disponibililtà.

Nota: la situazione è in costante evoluzione, quindi consigliamo di seguire gli aggiornamenti tramite i canali digitali del Comune: in particolare questa pagina, il canale Telegram e la pagina fb e di fare riferimento ai canali istituzionali

Assistenza sanitaria

Le persone in arrivo verranno inoltre prese in carico dal sistema sanitario: è bene che si rechino al più presto ad un punto CUP dove riceveranno un codice STP (Straniero Temporaneamente Presente) per accedere alle prestazioni necessarie. Per Valsamoggia il punto CUP è all'Ospedale di Bazzano, via dei Martiri, 10/b.
Le cure in emergenza e urgenti sono sempre garantite, a prescindere dall’acquisizione dell’STP, chiamando il 118 o andando direttamente al Pronto Soccorso. Al Cup riceveranno informazioni per uno screening anti-covid ed eventuali vaccinazioni (v. anche sotto)

Per i minorenni, il rilascio della tessera STP verrà effettuata contestualmente alla scelta del Pediatra di Libera Scelta fino ai 14 anni e del Medico di Medicina Generale fino ai 18 anni, con validità di 1 anno.

Una volta richiesto il permesso di soggiorno, si viene iscritti nell'AUSL di domicilio alle stesse condizioni dei cittadii italiani.


Screening Covid-19 e vaccinazioni: L'hub di Casalecchio (via Guido Rossa 1) disponibile in accesso diretto con i seguenti orari: lun, mar, mer ore 14-16 | gio, ven ore 11:30-13:30
Insieme al tampone Sars-Cov-2, si riceverà lo screening per la Tubercolosi; al secondo accesso all'hub, insieme al referto del test per la tubercolosi, vengono offerte la vaccinazione anti-covid e quelle di routine in Italia (anti MPR, anti DTP)
È sempre consigliato recarsi presso l’HUB con qualcuno che possa tradurre.

Per i bambini il tampone viene effettuato come per gli adulti all'hub di Casalecchio; invece i percorsi di screening TB e vaccinazione sono centralizzati sulla Casa della Salute di Zola Predosa, piazza Giuseppe di Vittorio, 1. E-mail dedicata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

È stato inoltre attivato un servizio di supporto psicologico (anche per i minori) dedicato.
Call center AUSL: attivo da lunedì al venerdi ore 8.30 – 13.30 il contact center 051-413161 (oggi dedicato anche all’emergenza covid) per rispondere a domande sui percorsi di accesso alle prestazioni sanitarie e di screening o vaccinazione antiCovid.


Help line Save the Children e Pronto soccorso psicologico Croce Rossa
L’help desk assicura mediazione linguistico culturale telefonica (nelle lingue russo, ucraino e bielorusso), orientamento e supporto legale, assistenza alle procedure di ricongiungimento, primo supporto e sostegno psicologico ed emotivo
Numero gratuito 800.141016 - 351.2202016 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17 o mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Save the Children - ДОВІДКА ДЛЯ НЕПОВНОЛІТНИХ ДІТЕЙ ТА УКРАЇНСЬКИХ РОДИНИ

La Croce Rossa ha attivato un servizio di pronto soccorso psicologico per i cittadini ucraini in Italia e per le famiglie ospitanti, in italiano e inglese.
Numero verde: 800 065510, dal lunedì al sabato ore 8-10

Comune di Valsamoggia © 2021