Formazione e ABC del cuore

Corsi

La morte cardiaca improvvisa è causata nell’65% dei casi da aritmie cardiache, anche a persone apparentemente sane. È ormai provato che un precoce utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno (DAE) permette un incremento considerevole dei tassi di sopravvivenza negli arresti cardiaci, grazie alla facilità e alla sicurezza d'uso. La defibrillazione precoce è quindi una parte insostituibile della rianimazione cardiopolmonare, che comprende il saper riconoscere una persona che:
- non è cosciente
- ha un’ostruzione delle vie aeree
- non respira
- è in arresto cardiocircolatorio

Gli obiettivi principali dei corsi:

  • creare la consapevolezza di operare all’interno di un sistema. La cosiddetta “catena del soccorso” rappresenta efficacemente questo aspetto: sottolinea costantemente l’importanza dello scambio di informazioni, dell’intervenire in modo rapido e dei criteri di attivazione del sistema di emergenza sanitaria 118
  • acquisire una corretta conoscenza dei materiali (con le relative tecniche di uso e di manutenzione) e delle manovre riguardanti la manipolazione del paziente
  • acquisire i principali criteri per la valutazione dell’intervento critico, ABC primario
  • acquisire un metodo di lavoro
  • saper effettuare un massaggio cardiaco
  • saper utilizzare un defibrillatore semiautomatico

Il corso, della durata di 5 ore, prevede una parte teorica con lezioni frontali interattive, una parte pratica con l’ausilio di manichini e DAE didattici, il superamento del test finale abilita l’operatore all’uso del defibrillatore. La certificazione Regionale BLSD è rilasciata al superamento della prova finale pratica (skill test) e ha validità due anni; entro tale termine occorre effettuare il corso di aggiornamento della durata di 3 ore di sola parte pratica.

ABC del cuore

Valsamoggia ha aderito al progetto ABC del cuore: la dichiarazione "Kids Save Lives" infatti sottolinea l'importanza dell'insegnamento della rianimazione cardiopolmonare del primo soccorso ai ragazzi in età scolastica in tutto il mondo. L'introduzione di soltanto due ore di lezione all'anno, indirizzate ai ragazzi dai 12 anni compiuti, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità aumenterebbe il tasso di sopravvivenza all'arresto cardiaco improvviso con ripercussioni significative alla salute globale.
A Valsamoggia il progetto è rivolto a tutti gli studenti delle classi quinte della scuola primaria, a tutti gli studenti delle scuole secondarie di primo grado e agli studenti delle classi quinte della scuola secondaria di secondo grado di tutto il territorio.
L'obiettivo è sensibilizzare sui temi della prevenzione del rischio, l'educazione alla salute e alla sicurezza, esplorando le percezioni e le idee degli alunni, cercando di far conoscere i comportamenti più corretti non solo in caso di necessità, ma anche come prevenzione.

Gli argomenti affrontati nel corso evocano una componente emotiva, inducono lo studente a trasporre le situazioni di pericolo e di difficoltà che vengono portate come esempio ad eventi accaduti nella realtà del loro vissuto (a loro stessi, ai famigliari, ai loro amici oppure situazioni alle quali hanno assistito come osservatori). L’obiettivo è far emergere, se ci sono, le esperienze vissute dagli studenti per esorcizzare il naturale distacco verso i mezzi di soccorso, gli ospedali e il personale sanitario e rielaborarlo in fiducia, sicurezza e protezione. Concetti come: valutazione della sicurezza ambientale, osservare la scena mantenendo la calma, proteggere prima sé stessi poi l’infortunato, avvertire il 118, guidano lo studente al corretto comportamento in caso di necessità, riflettendo anche sull’ipotesi che sia egli stesso a trovarsi nei panni dell’infortunato. Nel role playing, prima nel ruolo di soccorritore poi della vittima, il bambino è reso consapevole di ciò che un soccorritore deve fare per aiutare l’infortunato; probabilmente questo lo porterà ad essere anche più collaborativo quando, nel corso della sua esperienza, si trovi davanti a un sanitario per ricevere cure o fare analisi.

Contatti

 
Sede centrale: Piazza Garibaldi 1 - loc. Bazzano
40053 Valsamoggia (BO)
Telefono +39 051 836411 - Fax +39 051 836440
 
Codice fiscale e partita IVA: 03334231200
iban e fatturazione elettronica
Pagamenti online
Comune di Valsamoggia © 2020