Segnalazione cani vaganti e accalappiamento

Indice articoli

Servizio

SEGNALAZIONE CANE VAGANTE e RICHIESTA ACCALAPPIAMENTO

Cos'è

Il cittadino che avvisti un cane vagante (sfuggito al proprietario, abbandonato o randagio) deve avvisare il Comune, la Polizia Municipale, i Carabinieri o la Forestale che attiveranno la richiesta di accalappiamento, perché il cane sia messo in sicurezza, restituito al proprietario o portato presso il canile comunale e non provochi eventuali danni a persone, cose o alla circolazione stradale.

A chi rivolgersi

Sportelli PolifunzionaliComando di Polizia Municipale; Carabinieri

Modulistica e documentazione

nessuna

Per saperne di più clicca su Avanti


Requisiti

Nessuno: chiunque può / deve segnalare la presenza di cani vaganti agli organi indicati sopra

Costo per l'utente

Nessun costo per chi segnala la presenza del cane vagante.

Se il cane risulta provvisto di microchip, il proprietario paga direttamente alla cooperativa le spese di accalappiamento e solo dopo rientra in possesso del suo cane:
- servizio feriale diurno (dalle ore 8:00 alle ore 19:00) € 40,00 oltre IVA
- servizio feriale notturno (dalle ore 19:00 alle ore 8:00) € 50,00 oltre IVA
- servizio festivo (dalle ore 00:00 alle ore 24:00) € 65,00 oltre IVA

Se il cane non viene ritirato entro le 24 ore ed entra incanile, oltre al costo dell’accalappiamento viene applicata la tariffa giornaliera per la permanenza e le spese sostenute per eventuali trattamenti sanitari (cfr. tabella approvata dalla Giunta). Il proprietario provvederà a pagare al Comune la somma dovuta presso uno Sportello Polifunzionale prima di ritirare il proprio cane esibendo la ricevuta di avvenuto versamento.

Come si avvia e si conclude il servizio/tempi

Il servizio per l'anno 2016 è affidato alla Cooperativa Sociale Caleidos ONLUS che garantisce la reperibilità 24 ore su 24, compresi i giorni festivi.
Attenzione: la richiesta di accalappiamento può essere attivata esclusivamente dai soggetti sopra indicati (PM, CC, CFS, Comune) non direttamente dal cittadino)
L'operatore della cooperativa si reca sul luogo indicato entro 2 ore dal ricevimento della chiamata e provvede alla cattura ed alla immediata lettura del microchip dell'animale e consultazione diretta dell'anagrafe canina;
- se il cane risulta avere un proprietario, l'operatore della cooperativa lo contatta tempestivamente per concordare la riconsegna da effettuarsi entro le 24 ore successive; in questo arco di tempo il cane rimane in gestione alla cooperativa e sotto la sua responsabilità; nel caso in cui il proprietario non ritiri il proprio cane entro le 24 ore, l'operatore condurrà il cane presso il canile comunale;
- se il cane risulta sprovvisto di microchip, l'operatore condurrà il cane presso il canile comunale, dove verrà preso in carico dal gestore ed espletate le procedure previste dal protocollo in entrata;

Nel caso in cui il cane vagante sia pericoloso o incurabile, l'operatore attiva direttamente il Servizio Veterinario della USL che, verificate le condizioni dell’animale, provvederà all'eventuale narcotizzazione o soppressione del cane.
Entro 48 ore dall'avvenuto accalappiamento la cooperativa fornisce al Servizio Ambiente del Comune il report relativo alla chiamata con le seguenti informazioni: soggetto che ha attivato la chiamata e orario di attivazione, luogo (via e civico) ed orario di accalappiamento; descrizione dell’animale e numero di microchip se presente, generalità del proprietario cui è stato riconsegnato e copia della fattura emessa per il pagamento del corrispettivo del servizio reso al privato.

Il servizio si conclude con la riconsegna del cane al proprietario oppure entrata del cane in canile comunale, entro 72 ore.

Normativa

LR 27/2000, Nuove norme per tutela e controllo della popolazione canina e felina

Note

Regolamento comunale per la gestione ed il funzionamento della struttura di ricovero per cani di Crespellano approvato con deliberazione di C.C. n.52 del 7/6/2011

Contratto con Cooperativa Sociale Caleidos ONLUS per accalappiamento anno 2016

Costi per l'Ente

Se il cane risulta privo di microchip il comune si fa carico della spesa per l'accalappiamento e paga alla cooperativa il corrispettivo come da contratto

Servizio comunale di riferimento

Area Qualità Programmazione Territoriale - Servizio Ambiente

Comune di Valsamoggia © 2020