Coronavirus, aggiornamenti e norme in vigore

Donazioni per emergenza coronavirus e spesa solidale
Chiunque può dare un contributo per la spesa e altri aiuti per le persone in difficoltà nel nostro Comune: come fare > i dettagli

Mascherine
Calendario distribuzione mascherine

Suolo pubblico
comunicazione semplificata per i pubblici esercizi

Buono spesa
Aggiornamento: l'ultimo giorno per le domande è stato venerdì 24 aprile. Dettagli, requisiti, avvisi per chi ha fatto richiesta > Richiesta buoni spesa 
Al link di seguito l'elenco, aperto e in continuo aggiornamento, dei negozi che accettano i buoni spesa > Buoni spesa, negozi aderenti
Per i negozi interessati ad aderire > manifestazione di interesse negozi alimentari e aziende agricole

Servizi utili
Consegne a domicilio, misure di sostegno, numeri telefonici dedicati, proposte culturali e per le famiglie: leggi > Coronavirus, servizi utili ai cittadini

Servizi pubblici
Accesso agli uffici comunali e altri sportelli, poste, trasporti, rifiuti... leggi > Coronavirus: uffici comunali e servizi pubblici

 

Normativa | misure in vigore dal 18 maggio

Il Decreto legge n. 33 del 16 maggio 2020 e il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 hanno aggiornato le misure di contenimento del Coronavirus in vigore in tutto il Paese. In Emilia-Romagna le misure sono integrate dall'ordinanza del presidente della Giunta n. 82 del 17 maggio 2020

SPOSTAMENTI

Dal 18 maggio 2020 si può circolare liberamente all'interno dei confini della regione senza bisogno di nessuna autocertificazione.
Fino al 2 giugno 2020 sono vietati gli spostamenti fuori regione o all'estero, sia con mezzi di trasporto pubblici che privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. In questi casi è richiesta l'autocertificazione (pdf, 798.75 KB). È in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Parchi, sport, cimiteri, orti
È vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici e privati.
Sono di nuovo aperti parchi e giardini. L'accesso è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramenti e della distanza di sicurezza interpersonale di un metro. È consentito l'accesso dei minori alle aree gioco.
Riaperti inoltre i cimiteri con i consueti orari > Orari cimiteri
È consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività (salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti). Dal 25 maggio è consentita l’attività sportiva e motoria presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, altre strutture nelle quali si svolgano attività sportive/esercizio fisico in forma singola o di squadra, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento. L'attività sportiva è già consentita all’interno di strutture e circoli sportivi, se svolta in spazi all’aperto che consentano il rispetto del distanziamento ed evitino il contatto fisico tra i singoli atleti.

Dal 31 maggio possono ripartire le attività di centri benessere e centri termali.
È consentita la coltivazione del terreno per uso agricolo e l’attività diretta alla produzione per autoconsumo anche all’interno di orti urbani e comunali. Tali attività potranno avvenire esclusivamente all’interno della propria provincia di residenza.
BIBLIOTECHE
Dal 4 maggio riparte il prestito delle biblioteche, su prenotazionedettagli

MASCHERINE

È obbligatorio sull’intero territorio nazionale usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. L’ordinanza regionale del 16 maggio conferma l’uso obbligatorio della mascherina in Emilia-Romagna nei locali aperti al pubblico e anche nei luoghi all’aperto laddove non sia possibile mantenere il distanziamento di un metro. Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni e i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.  La mascherina si aggiunge alle altre protezioni come il distanziamento e l'igiene delle mani, che restano prioritarie.

COMMERCIO AL DETTAGLIO

Riprendono tutte le attività commerciali al dettaglio, a condizione che venga rispettata la distanza interpersonale di almeno 1 metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni. In Emilia-Romagna riprendono le attività di commercio al dettaglio in sede fissa, commercio su aree pubbliche e agenzie di servizi (a titolo di esempio, agenzie di viaggio e agenzie immobiliari) nel rispetto delle indicazioni tecniche e operative definite dal protocollo di sicurezza regionale

MERCATI
a Valsamoggia hanno ripreso a svolgersi nelle collocazioni regolari e con i banchi al completo. Obbligo di mascherina e guanti per gli acquisti, distanza di almeno 1m

PARRUCCHIERI, CENTRI ESTETICI
Riprende l'attività di parruchieri, barbieri, centri estetici, centri tatuatori e piercing in grado di garantire il rispetto delle misure di sicurezza previste dalle norme nazionali e dal protocollo regionale.
A Valsamoggia, con ordinanza comunale, è stato disposto che
- sino al 31 luglio 2020 c'è la possibilità di ampliamento degli orari di apertura delle attività di acconciatore, barbiere, estetista e tatuatori dalle 7.00 alle 22.00, dal lunedì alla domenica;
- l'orario va esposto in modo ben visibile dall'esterno (quindi sulla vetrina d’accesso), con il numero di telefono per prenotazione;
- è abrogato l'obbligo di comunicazione, tramite vidimazione del cartello orari, presso l'Ufficio Suap. 
RISTORAZIONE

Riprende l'attività dei servizi di ristorazione (tra cui ristoranti, trattorie, pizzerie, self-service, bar, pub, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie, attività di catering) in grado di garantire il rispetto delle misure di sicurezza previste dalle norme nazionali e dal protocollo regionale, in particolare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. I clienti devono indossare la mascherina quando non consumano o non sono seduti al tavolo. Dettagli e prescrizioni su www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus

STRUTTURE RICETTIVE
Riprende l'attività delle strutture ricettive (albeghi, agriturismo) in grado di garantire il rispetto delle misure di sicurezza previste dalle norme nazionali e dal protocollo regionale, in particolare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Dettagli e prescrizioni su www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus

ATTIVITA' PRODUTTIVE

Sull’intero territorio nazionale tutte le attività produttive industriali e commerciali, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 1 del DPCM del 16 maggio 2020, rispettano i contenuti del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 24 aprile 2020 fra il Governo e le parti sociali, nonché, per i rispettivi ambiti di competenza, il protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del covid-19 nei cantieri, sottoscritto il 24 aprile 2020 fra il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e le parti sociali e il protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del covid-19 nel settore del trasporto e della logistica sottoscritto il 20 marzo 2020.


ANIMALI
Consentita l'attività di toelettatura (ordinanza regionale n. 69 del 24 aprile 2020), l'allevamento e addestramento animali. 
Dall'Ausl Bologna, alcune indicazioni per volontari e parenti che si occupano degli animali delle persone in isolamento o ricoverate per Covid-19
 

Link utili
Ministero della Salute http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/homeNuovoCoronavirus.jsp
Regione Emilia Romagna salute https://salute.regione.emilia-romagna.it/ o www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus 
Azienda USL Bologna https://www.ausl.bologna.it/ 

Non aiutate la diffusione di fake news, ma usate solo testi e documenti ufficiali, non bozze o indiscrezioni.

Contatti

 
Sede centrale: Piazza Garibaldi 1 - loc. Bazzano
40053 Valsamoggia (BO)
Telefono +39 051 836411 - Fax +39 051 836440
 
Codice fiscale e partita IVA: 03334231200
iban e fatturazione elettronica
Pagamenti online
Comune di Valsamoggia © 2020