Contrasto al gioco d'azzardo patologico - Mappatura luoghi sensibili

La Regione Emilia Romagna ha disciplinato il fenomeno del gioco d'azzardo patologico approvando una serie di norme per il contrasto e il trattamento delle forme di dipendenza del gioco d'azzardo lecito. In particolare, con la L.R. n. 5/2013 e relativa Delibera di Giunta regionale n. 831/2017, è stato stabilito che non sono ammessi, entro cinquecento metri dai luoghi sensibili (percorso pedonale più breve):

-  l'apertura e l'esercizio di sale giochi e sale scommesse;
-  la nuova installazione di apparecchi per il gioco d’azzardo lecito di cui all'articolo 110, comma 6 (sono le comunemente dette slot, new slot e videolottery); il rinnovo del contratto stipulato tra esercente e concessionario per l'utilizzo degli apparecchi; la stipulazione di un nuovo contratto, anche con un differente concessionario, nel caso di rescissione o risoluzione del contratto in essere; l'installazione dell'apparecchio in altro locale in caso di trasferimento della sede dell'attività.
 
I luoghi sensibili individuati dalla normativa, sono:
- gli istituti scolastici di ogni ordine e grado;
- i luoghi di culto;
- gli impianti sportivi;
- le strutture residenziali o semi-residenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario;
- le strutture ricettive per categorie protette;
- i luoghi di aggregazione giovanile ed oratori;

Il compito di procedere alla mappatura dei luoghi sensibili è stato affidato ai Comuni ed il Comune di Valsamoggia ha provveduto con Delibera di Consiglio Comunale n. 173 del 12/12/2017 e successivo aggiornamento di cui alla Determina n. 351 del 25/05/2018. 
Di seguito è possibile visualizzare le cartografie relative alla mappatura:
 
Per eventuali ulteriori informazioni è possibile contattare l'ufficio SUAP - Sportello Unico Attività Produttive
 
Comune di Valsamoggia © 2021