Mensa scolastica

Informazioni utili

Il servizio di refezione è fornito nei nidi comunali, nelle scuole dell’infanzia statali, nelle primarie e secondarie statali per le classi e nei giorni di frequenza pomeridiana. Mentre per i nidi la refezione è compresa nell’iscrizione al nido stesso, per chi frequenta gli Istituti comprensivi statali occorre iscriversi al servizio mensa erogato dal Comune.

RECAPITI DELL’UFFICIO SCUOLA:
piazza Berozzi 3, Crespellano
ecastagna@comune.valsamoggia.bo.it  | mbiagini@comune.valsamoggia.bo.it – 051/672.30.11 (centralino sede di Crespellano)

051/672.30.33 – 051/672.30.32 (diretti)

MODULISTICA E INFO PRATICHE PER L’ISCRIZIONE
Iscrizione alla mensa scolastica

I menu, criteri per l'elaborazione

I menu, diversificati su base stagionale e articolati su cinque settimane, sono consultabili  a questa sezione: MENU

Il servizio rispetta la normativa nazionale ed europea di settore; i riferimenti principali sono la legge regionale 29/2002, “Norme per l'orientamento dei consumi e l'educazione alimentare e per la qualificazione dei servizi di ristorazione collettiva”, e le “Linee guida regionali per l’offerta di alimenti e bevande salutari nelle scuole e strumenti per la sua valutazione e controllo”.
In particolare la normativa di riferimento prevede:
- l'uso esclusivo di prodotti non contenenti alimenti geneticamente modificati
- procedure di autocontrollo igienico-sanitario per limitare i rischi igienico-sanitari in ambito alimentare (note come procedure HACCP)
- la priorità alle materie prime alimentari provenienti da coltivazioni realizzate con tecniche biologiche e a lotta integrata
- il rispetto dei Criteri Ambientali Minimi

I menu e le grammature sono elaborati in base alle indicazioni del Servizio Igiene degli Alimenti e Nutrizione (S.I.A.N.) dell’A.U.S.L.; nella scelta degli alimenti si privilegiano i prodotti freschi in base alla stagionalità e in particolare, oltre a quelli biologici, i prodotti DOP/IGP o tipici/tradizionali e, infine, prodotti a filiera corta o km 0.
Scarica la tabella con l'indicazione delle caratteristiche dei prodotti
Vengono privilegiati i fornitori locali; tutti i fornitori e i prodotti sono sottoposti a procedure di selezione, qualificazione e monitoraggio secondo il sistema di qualità e sicurezza alimentare UNI EN ISO 9001:2008.
Una particolare attenzione alla salvaguardia dell'ambiente è garantita anche attraverso la certificazione UNI EN ISO 14001 e il coinvolgimento di fornitori che devono rispettare i requisiti della norma SA8000 per la responsabilità sociale d'impresa.

DIETE SPECIALI

Compilando un modulo apposito è possibile richiedere una dieta speciale, per motivi etico-religiosi o per patologie: in quest'ultimo caso è necessario allegare un certificato medico che specifichi i cibi che il bambino deve escludere dalla propria alimentazione ed eventuali precauzioni nelle modalità di preparazione, insieme alla durata del regime alimentare richiesto.

Se viene richiesta una dieta in bianco, il menu prevederà pietanze preparate in modo semplice, ad esempio con cottura al vapore, alla griglia o al forno.

Obiettivi, controllo e miglioramento del servizio

L'amministrazione, in collaborazione con i comitati mensa, lavora per mantenere precisi standard di qualità del servizio e per migliorarli progressivamente, concentrandosi anche sull’attenzione alla convivialità e all’educazione alimentare. Il pasto consumato insieme a scuola vuole avere infatti un valore educativo, sia di approccio a cibi sani e variati, sia di scoperta e conoscenza che porti ad un consumo attento e consapevole.
Inoltre, insieme alle aziende fornitrici, l'amministrazione lavora per coinvolgere e far conoscere meglio il servizio anche attraverso alcune iniziative: la prima di queste è Cucine aperte

I COMITATI MENSA

Al controllo per il rispetto dei criteri di igiene e di qualità, svolti dalle autorità  sanitarie, si affianca il ruolo dei Comitati  mensa che, composti anche da genitori e insegnanti, verificano il rispetto dei menù, la gradibilità dei cibi serviti e che il contesto sia sereno e conviviale; i Comitati hanno inoltre un ruolo propositivo su iniziative di educazione  alimentare.
Il lavoro dei comitati mensa viene illustrato ai genitori anche nel corso di incontri aperti, indicativamente annuali, che diventano occasione di riflessione e confronto con tutti gli interessati sui principi generali e le norme di riferimento.

Scarica i criteri di funzionamento

Incontri Commissioni Mensa

Attenzione all’ambiente

Nelle mense scolastiche, oltre a privilegiare i prodotti freschi in base alla stagionalità, ad usare prodotti biologici, DOP/IGP o tipici/tradizionali, a filiera corta o km 0, si beve acqua in caraffa per evitare di produrre rifiuti provenienti da bottiglie e bottigliette in plastica; inoltre i bambini sono incoraggiati alla raccolta differenziata e vengono invitati a suddividere direttamente i rifiuti a fine pasto.

Inoltre si sta lavorando per eliminare completamente le stoviglie a perdere (dove sono ancora presenti) e ridurre il più possibile gli imballaggi, chiedendo ai fornitori l'uso di prodotti riciclabili e sanificabili.

Per la pulizia dei locali, delle stoviglie e delle attrezzature vengono utilizzati prodotti con un ridotto impatto ambientale, dalla produzione, all'utilizzo, allo smaltimento (in particolare prodotti ecologici concentrati, contenenti composti biodegradabili, con appositi sistemi di dosaggio/diluizione)

Per ridurre il più possibile la produzione di CO2, infine, il sistema di consegna dei pasti presso i terminali di consumo è stato impostato sull'uso di un minor numero di mezzi e sull'impiego di automezzi a ridotto impatto ambientale; inoltre le ditte aggiudicatarie del servizio mettono a disposizione una piattaforma centralizzata per la fornitura e lo stoccaggio di diverse materie, che consente di ridurre i passaggi dal produttore al consumatore e il numero dei viaggi di carico.

Aule mensa

Poiché è fondamentale che il pasto si svolga in un ambiente adeguato e sereno, tutte le aule mensa sono insonorizzate: gli ultimi interventi sono stati realizzati nelle scuole di Calcara e Bazzano, che non disponevano di questi accorgimenti.

Organizzazione del servizio

Ogni giorno vengono serviti complessivamente circa 2000 pasti, preparati nelle cucine interne per le scuole di Savigno e per il nido e scuola dell’infanzia di Monteveglio, veicolati negli altri plessi scolastici.

Dall'a.s. 2016/17 a tutto l'a.s. 2020/2021 il servizio è statao affidato, con una gara aperta, al Raggruppamento Temporaneo di Imprese composto da:
capogruppo mandataria: CAMST Scarl (Via Tosarelli n. 318 - 40050 Villanova di Castenaso BO) che cura il servizio nelle scuole di Crespellano e Savigno
mandante: ELIOR RISTORAZIONE Spa (Via Venezia Giulia n. 5/a – 20157 MILANO) che cura il servizio nelle scuole di Castello di Serravalle e Monteveglio
mandante: CIR Food S.C (Via Nobel n. 19 – 42124 REGGIO EMILIA) che cura il servizio nelle scuole di Bazzano